L’Acqua, lo sappiamo, è all’ origine della vita: introdurre nell’ organismo acqua di buona qualità è un fattore fondamentale per sostenere e rinsaldare il proprio stato di salute.💧💧💧

Per tutta la durata della nostra vita, infatti, l’acqua è indispensabile ad ogni singola cellula che compone il nostro corpo.

Alla nascita l’organismo umano è composto per l’80% d’acqua, mentre in un individuo adulto lo è per il 70%.

L’organo con cui pensiamo, il cervello, contiene acqua addirittura per il 90% ed è molto sensibile alla disidratazione.

Con l’aumentare dell’età la percentuale di acqua scende fino al 60-65%; questo dato rende evidente che l’invecchiamento altro non è, se non un processo di perdita di massa liquida, tanto extra, come intracellulare.

Il fabbisogno fisiologico di liquidi si calcola intorno ai 30-40 ml per chilo di massa corporea il giorno.

Il ruolo svolto dall’ acqua nel nostro organismo è di grandissima importanza, poiché è proprio in acqua che avvengono tutti i processi metabolici.

Il sangue, la linfa, il liquido interstiziale e intracellulare, la saliva, il sudore, il succo gastrico, la bile, le urine – ecco svariati esempi di acqua in cui sono disciolti i diversi sali minerali del nostro organismo.

Mantenere un costante volume d’acqua e una costante concentrazione salina nei rispettivi liquidi conduce a una serie di esiti positivi: l’ambiente interno dell’organismo permane nel giusto equilibrio idrosalino, è garantito il trasporto delle sostanze benefiche a ogni cellula, si accrescono le riserve energetiche, l’evacuazione dei prodotti di scarto avviene più rapidamente e i processi rigenerativi sono più rapidi.

Per idratare ogni cellula e stabilizzare tutti i processi fisiologici è imprescindibile che l’acqua sia affine, per struttura, a quella intracellulare.

Al contrario, l’acqua che beviamo ogni giorno presenta una struttura totalmente estranea all’ organismo.

Le bevande largamente diffuse come le bibite gassate e quelli a gradazione alcolica, come pure il caffè, il tè e i succhi di frutta confezionati, contengono edulcoranti, coloranti e additivi di varia sorta, i quali facilitano piuttosto che limitare la perdita di liquidi, comportando in realtà un’alterazione dell’equilibrio idrosalino e provocando seri disturbi.

I primi sintomi della disidratazione sono sete incessante, affaticamento, accelerazione del polso, aumento della temperatura corporea, irregolarità del ritmo cardiaco, dolori muscolari e articolari, secchezza della pelle e fragilità di unghie e capelli.

Proprio per tale ragione l’impiego in quantità sufficiente di buona acqua è una delle condizioni più importanti per consentire all’ organismo di funzionare regolarmente, cioè, in altre parole, di poter ritrovare e mantenere un buono stato di salute.

Prodotti  specifici facilitano questo compito migliorando le qualità fisicochimiche dell’acqua, arricchendola di un complesso di sali minerali e vitamine indispensabili al normale svolgimento di molte fra le attività vitali dell’organismo, e stabilizzando l’equilibrio acido-alcalino.